Quel genio del mio gatto

Ognuno di noi almeno una volta ha pensato che il proprio gatto domestico fosse speciale. Ora potrete scoprire tutti i segreti di questi splendidi felini. Benvenuti quindi a questa nuova puntata di Scienza & Gnorri!

Gli occhi che hanno ispirato il catarifrangente

Sicuramente vi è capitato di notte di imbattervi in qualche gatto sfuggevole e di rimanere imbambolati davanti a degli occhi inspiegabilmente luminosi. Vi siete anche domandati perché questo accade? Si tratta di una caratteristica particolare dell'occhio del felino: il tapetum lucidum, cioè uno strato lucido posizionato dietro la retina, che funziona come uno specchio, riflettendo la luce sui sensori presenti sulla retina. Ed ecco spiegato il fantomatico bagliore notturno dei gatti. Un concetto molto simile ai moderni catarifrangenti. Non a caso i primi esempi di questo materiale si chiamavano cat's eye e risalgono alla metà degli anni trenta.



Il mantello dei gatti

Altra caratteristica interessante è il sottopelo: la pelliccia di questi animali possiede un sottopelo (visibilmente più folto nei periodi invernali) che funge da isolante (in pratica intrappola l’aria più secca evitando quindi la dispersione di calore). Semplice ma molto funzionale.

La scossa elettrica

Vi è mai capitato di venire colpiti da una piccola scossa elettrica mentre accarezzate il pelo del vostro animale? Perché questo accade? Semplicemente perché la pelliccia dell'animale, soprattutto nei periodi invernali, ha un eccesso di carica positiva, mentre le nostre mani hanno un eccesso di carica negativa. Il contatto provoca quindi la scossa. Anche se non si dovrebbe parlare di elettricità statica, perché in realtà parliamo di una separazione di carica, che avviane quando due cattivi conduttori sono a contatto. L'aria secca non farà più da cuscinetto tra le due cariche ed ecco la scossa che arriva.



Una lingua molto ruvida

Farsi leccare dal vostro animale potrebbe risultare molto piacevole, questo perché la loro lingua presenta migliaia di papille filiformi (a forma di uncino) che ha molteplici utilizzi: la forma particolare delle papille permette al gatto di avere una presa più salda su ciò con cui viene a contatto (cibo, giochi, ecc); inoltre risulta molto utile per la pulizia del pelo, avendo più presa su detriti o sporcizia.



Il mistero della ciotola d'acqua

Al contrario di quanto si pensava i felini non usano la lingua come cucchiaio per bere. Una recente ricerca ha svelato il segreto dietro a questa tecnica: analizzando numerosi video al rallentatore gli scienziati si sono accorti che in realtà la lingua toccando la superficie dell'acqua solleva la stessa verso il muso, poi l'animale chiude immediatamente il muso intrappolando il liquido. Vedere per credere!


Cado sempre in piedi Molti avranno provato sicuramente a prendere il proprio gatto in braccio a pancia in su, per poi lasciarlo cadere e scoprire infine come questi animali cadano sempre in piedi (a parte il mio gatto maldestro). Ma come è possibile? La risposta sta nella struttura del corpo del gatto: l'insieme di una colonna vertebrale molto elastica, che attutisce l'urto, di cuscinetti morbidi sotto le zampe che fungono da ammortizzatori e una tecnica di rotazione del corpo da vero atleta (zampe spinte in avanti, la schiena curva per attutire il colpo e proteggere gli organi interni e la coda dritta per stabilizzare la caduta). Da non perdere le cadute in slow motion!


Le fusa

A volte mi capita di addormentarmi al suono del ronfare sommesso del mio gatto. A quanto sembra però le fusa del gatto sono ancora un piccolo mistero per gli scienziati. Non si tratta di un sintomo di felicità o rilassamento, si tratta più che altro di un segnale che può avere diversi significati, come ad esempio un richiamo della madre al cucciolo.


Forse ora guarderemo ai nostri animali da compagnia in maniera diversa (soprattutto quando bevono).

5 views0 comments

Recent Posts

See All